7 gennaio 2009

La violenza


Prima di incontrare No, credevo che la violenza fosse nelle urla, nelle botte, nella guerra e nel sangue. Adesso so che la violenza è anche nel silenzio, e qualche volta è invisibile a occhio nudo.

Da Gli effetti secondari dei sogni - Delphine De Vigan

5 commenti:

Cicabuma ha detto...

Il silenzio e l'indifferenza sono le forme più subdole e sicuramente più diffuse di violenza. Neanche il più altruista sulla terra è del tutto immune dall'indifferenza e dal silenzio... E' una malattia comune che ha contagiato un po' tutti! E fa danni tremendi!!!
Un abbraccio
Francesca

Ire ha detto...

E quella è una delle violenze più terribili. Grazie di essere passata Michy, torna quando vuoi :)

alehcim81 ha detto...

Grazie a te e vale lo stesso invito!

@Francesca è vero quello che scrivi!
Il silenzio e l'indifferenza sono proprio tra i peggior tipi di violenza!Quelli che fanno più male!

Paola ha detto...

C'è silenzio e silenzio. Il silenzio dell'indifferenza (in psicologese "disconferma") è teribile. Come lo è anche la violenza "non agita".

Ma la guerra, per me, è un discorso a parte. Parlo della guerra vera, quella in cui si sganciano bombe, si ammazzano persone, si usano carrarmati, mitra, ecc. ecc.
Un frate diceva: "la vera pornografia è la guerra". Tristemente concordo.

Ciao Michi :)

Raffaele ha detto...

Io aggiungerei che le cause prime di ogni guerra sono sempre le religioni.